Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

itenfrdeptrorues
Martedì, 07 Dicembre 2021
Scrivimi...              

Davvero non mi sarei aspettata che questo libro di Cristiana Astori, in perfetto stile horror e gothic, mi lasciasse sonno tranquilli. Il merito è dell'autrice che cura la letteratura di questo tipo con molto garbo. Leggete la mia recensione su Leggere:tutti, CLICCANDO QUI .

Una strana coincidenza che ho voluto condividere. Forse la voglia di rivedere il cielo anche sdraiati su un prato e non solo dal balcone di casa. Mi sono detta: perchè no? Allora ha preso forma la mia proposta settimanale di tre libri diversi tra loro,ma intriganti quanto basta per soddisfare il gusto di ciascuno. Un libro-manuale matematico, un'opera prima ben riuscita e un romanzo di una scrittrice prolifica.

Zelda, la vita sospesa tra incarichi scolastici saltuari e la mamma con una malattia neurodegenerativa: tutto sembra trattenerla in qualche modo nella sua libertà di esprimersi. Come il medico Giacomo, che ha in cura sua madre, e ha timore a intraprendere una relazione con Zelda, soprattutto quando gli confessa di essere incinta.
Poi arriva la nomina dell’ufficio scolastico regionale della Campania per Zelda, come docente di lettere e latino, nel liceo scientifico di Scogliano, un paese decadente della provincia di Napoli dove il primo pensiero della giornata di ogni abitante è il puzzo della discarica non a legge che inquina corpo e anima.

Raymond Briggs,noto scrittore e illustratore di libri per bambini, racconta con questo picture book la storia dei suoi genitori inglesi, Ethel e Ernest, che ha attraversato la Storia stessa dal 1930 al 1971: Ethel, conservatrice di ispirazione, restia all'avvento della tecnologia ma con uno sguardo rivolto al futuro, Ernest laburista convinto, che mira all'uguaglianza tra tutti perché nessuno è un cittadino di "terza" classe.

Oggi viviamo una realtà d’impoverimento del linguaggio, partecipe di questo fenomeno anche l’isolamento culturale e sociale del mondo social.
Una buona medicina all’occorrenza è leggere un grande classico.
Ho letto con grande attenzione Un amore di Dino Buzzati e se siete interessati a conoscere la mia opinione, CLICCATE QUI per accedere all'articolo pubblicato sul sito web della rivista Leggere:tutti .

Search