Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

itenfrdeptrorues
Martedì, 07 Dicembre 2021
Scrivimi...              

Selezionato al Premio Strega 2021, Il pane perduto, l’ultimo libro di Edith Bruck, unisce le numerose testimonianze che l’autrice ungherese ha già reso note nei suoi libri precedenti, sulla sua drammatica esperienza di deportata nei campi di concentramento. Scritto con freddezza, senza fare sconti a nessuno, né alla sua famiglia perseguitata, né ai suoi persecutori, l’autrice ripercorre i fatti vissuti in quel periodo.

CLICCATE QUI per leggere la recensione sul web della rivista Leggere:tutti .

Silvia Avallone nel suo ultimo libro “Un’amicizia” si mostra in una dualità di personaggi: Elisa, simile alla scrittrice, e Beatrice, con la quale affronta la paura dei social.
Una carriera decennale sostiene questa giovane e determinata scrittrice di romanzi. Ci si ritrova spesso nelle sue storie e i personaggi che descrive sono figure normali che abbiamo la possibilità d’incontrare tutti i giorni. Sono i rapporti umani e i sentimenti reciproci la centralità delle sue storie.

Quando una storia di vita ti rincorre e si ha la pazienza di fermarsi ad ascoltarla, ecco, quella diventa una esperienza unica e irripetibile. L'autrice, Concita De Gregorio riceve una lettera da Marco, un ragazzo trentenne, che ha faticato tanto per cercare la sua strada, e quando la trova, si rivolge all'autrice per potergliela raccontare, se ha una settimana a disposizione.

Incuriosita dalla quarta di copertina dell’ultimo libro di Simona Sparaco, in cui i numeri e la soggettiva interpretazione della protagonista accompagnano la storia, mi sono appassionata nella lettura di “Dimmi che non può finire”. Se anche voi  sentite di essere dei matematici asimettrici... leggete la recensione di questo libro molto curioso sul sito della rivista Leggere:tutti, CLICCANDO QUI .

Search