Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

itenfrdeptrorues

Alla fiera del libro di Roma ho intervistato Giulia della casa editrice Nubeocho. Fondata in Spagna circa sette anni fa, la casa editrice per bambini è approdata nel mercato italiano e da due anni espone nella Fiera del libro di Roma, nella ormai nota Nuvola di Fuksas. Un nome particolare per questa giovane casa editrice, preso da un’espressione ironica che significa ‘provare a toccare il cielo con un dito’.

Il violino di Auschwitz racconta la storia di un violino e della sua famiglia ebrea, interamente deportata ad Auschwitz e scomparsa nella tragedia dell’Olocausto.
E’ una storia vera, affidata con fiduciosa generosità da un appassionato collezionista alla scrittrice Anna Lavatelli, una delle più note scrittrici per ragazzi. Il violino della giovanissima protagonista Eva Maria, detta Cicci, parlerà e suonerà per tutta la durata del libro, alternando i fraseggi musicali con gli stati d’animo vissuti dalla sua padroncina.

Passeggiando tra i ricchissimi stand della fiera del libro di Roma, che si è svolta dal 5 al 9 dicembre nella Nuvola di Fuksas, ho indugiato a lungo presso CARTHUSIA Edizioni, una colta e raffinata casa editrice per bambini, specializzata in albi illustrati, silent book e libri per bambini e ragazzi.

Ecco un libro per adolescenti, un libro con il quale non si fanno sconti e la vita va affrontata quando meno te l'aspetti. E' consigliato per i tredicenni, ma leggere un buon libro fa bene a qualsiasi età.

Se volete leggere la mia recensione pubblicata sul sito web della rivista Leggere:tutti, CLICCATE QUI

 

Search