Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

itenfrdeptrorues
Martedì, 27 Luglio 2021
Scrivimi...              

La storia dell'infanzia e dell'adolescenza di Franca Rame è trattata in questo bellissimo libro-documento storico, adatto per i bambini di dieci anni. Quella dei Rame era una famiglia perbene, dedita all'arte e al palcoscenico.

Leggete la mia recensione sulla rivista web di Leggere:tutti, CLICCANDO QUI .

La famiglia Dolciprati si trova improvvisamente sprofondata in una crepa della terra. Octavia, il merlo indiano chiacchierino, aiuterà la famigliola a venirne fuori, portando loro un seme di una stranissima pianta, acquerellata dall’autore e illustratore Quentin Blake in tante sfumature verdi. Sarà la pianta, in apparenza un’erba cattiva sulla quale si arrampicherà la famigliola, a riportare con cura i Dolciprati nella vegetazione rigogliosa dove vivevano prima.

Chi ha avuto la fortuna, verso la fine degli anni ’80, di leggere L’inferno di Topolino, parodia dell’Inferno dantesco con i personaggi della Disney, ancora oggi cita alcune espressioni degli endecasillabi rielaborati dallo sceneggiatore Guido Martina, nelle illustrazioni di Angelo Bioletto.
Fino a poco tempo fa era un fumetto ricercatissimo e ormai introvabile, ma da alcuni giorni la casa editrice Giunti ha pubblicato PaperDante, in occasione del settecentenario della morte di Dante Alighieri.

La memoria dei bambini può racchiudersi in un cassetto, associando piccoli oggetti a pensieri e ricordi. È il caso della piccola Isabella, che scopre, al suo risveglio, il cassetto della scrivania socchiuso. Decide allora di controllare che ogni oggetto contenuto sia al suo posto; così, prendendone uno ad uno, ripercorre ogni singolo ricordo.

Raccontare o leggere una favola tutte le sere ai bambini, è un gesto d’amore che attiva nei bambini stessi l’amore per la lettura e il piacere dell’ascolto, qualità che oggi, sempre più, va deteriorandosi. Cita questo ricordo della sua infanzia e delle storie raccontate dalla mamma, la scrittrice e pittrice Gloria Pizzichemi, che ancora oggi persegue le sue passioni artistiche.

Search