Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

itenfrdeptrorues

UNA RIVOLUZIONE SENTIMENTALE

Zelda, la vita sospesa tra incarichi scolastici saltuari e la mamma con una malattia neurodegenerativa: tutto sembra trattenerla in qualche modo nella sua libertà di esprimersi. Come il medico Giacomo, che ha in cura sua madre, e ha timore a intraprendere una relazione con Zelda, soprattutto quando gli confessa di essere incinta.
Poi arriva la nomina dell’ufficio scolastico regionale della Campania per Zelda, come docente di lettere e latino, nel liceo scientifico di Scogliano, un paese decadente della provincia di Napoli dove il primo pensiero della giornata di ogni abitante è il puzzo della discarica non a legge che inquina corpo e anima.

Così i limiti dell’insegnamento scolastico di Zelda si scontrano con la realtà dei suoi allievi, che vogliono fare la rivoluzione per combattere quell’aria irrespirabile, per far sentire il loro grido al mondo politico assente e disinteressato. Ma lei non si tira indietro e impara a conoscerli attraverso le tracce degli elaborati che dà per compito.
“Napoli è divisa in parti tre. Le case dei poveri, le case dei signori e la camorra.
Anche Zelda da ragazza partecipava alle rivoluzioni politiche, perché la politica era il pane della mente per tutti; non immaginava, però, che il suo modo di fare l’insegnante avrebbe conquistato la classe di quei giovani maturandi, che studiavano poco e si sapevano esprimere con grandi difficoltà.
E così, confrontandosi con quelle anime disagiate che volevano rimuovere una discarica avvelenata, Zelda supera i suoi confini limitati, unisce la sua voce alla loro e sperimenta la vera Rivoluzione, quella dei sentimenti, che la porterà ad avere non solo cura di sé ma anche della mamma che dimenticava tutto.
Dopo il successo de “Il treno dei bambini”, Viola Ardone con il suo libro “Una rivoluzione sentimentale” si conferma una scrittrice molto promettente, con elevate capacità letterarie e assai abile nel districarsi in sentimenti difficili da condividere con i lettori.

Viola Ardone
Una rivoluzione sentimentale
Salani Editore
Maggio 2020
pp. 263
€ 13,90

Pin It

Search