Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

itenfrdeptrorues
info@loredanasimonetti.it      
   

News

E’ inevitabile incontrare la paura ma non ci deve paralizzare, perché senza la paura saremmo privi di difese e non riusciremmo a trovare il coraggio di affrontarla e superarla. Ecco i libri che suggeriamo questa settimana.

Quando avevo paura del buio
La stanza si trasforma lentamente in un bosco di animali pericolosi, ma l’orsacchiotto del bambino dorme e non si accorge del pericolo. Il bimbo allora affronta le sue paure e corre a salvarlo.  Mireille d’Allancé,  in questa prova di amicizia, aiuta a trovare il coraggio per superare le piccole paure.

La paura del mostro
Se i bambini hanno paura dei mostri, forse i mostri avranno paura de bambini? Sorridiamo con Mario Ramos, incontrando e conoscendo la paura da un altro punto di vista.

Un fantasma nella mia stanza
Giacomo, il pinguino, ha paura dei fantasmi e li vede dappertutto. La notte è difficile da superare, ma il papà rassicura affettuosamente il figlio. Pupazzi e peluche contrastano con leggerezza l’ansia del pinguino. Guido Van Genechten con la casa editrice Clavis, ne hanno realizzato anche un inbook, per facilitare la lettura ai bambini con disagi cognitivi.

Il Gruffalò
Pluristampato da quindici anni in tantissime lingue, il Gruffalò  della nota scrittrice Julia Donaldson, è un libro da molteplici letture e interpretazioni. Essere grandi e forti non significa per forza essere i più furbi e lo dimostra questo temerario topolino che prima di mangiarsi una noce in santa pace nel bosco, deve “sgominare” una platea di saccenti approfittatori che vogliono mangiarselo con l’inganno. Un libro che rafforza l’autostima, perché se ce la può fare un piccolo topo possiamo farcela anche noi a contrastare le difficoltà.

Un romanzo fresco, con l’attualità dei problemi giovanili di oggi e la vita poco virtuosa di donne nobili, benestanti e un po’ annoiate: questo il romanzo proposto da Emanuela Esposito Amato dal titolo Il diario segreto di Madame B.
Due storie curiosamente s’intrecciano: Josephine, appassionata restauratrice ma con problemi di lavoro, si reinventa come raffinata e golosa pasticcera senza svilire la sua intelligenza creativa e, grazie alla sua intraprendenza, riesce a vedersi affidato un importante lavoro di restauro di mobili antichi per l’allestimento di un signorile e sofisticato Bed & Breakfast. Durante il suo delicato restauro scopre in un cassetto segreto un epistolario di una nobile donna che, annoiata dalla sua vita matrimoniale, scopre le gioie dell’amore attraverso la frequentazione dei suoi numerosi amanti. Tutto è perfettamente documentato nei diari segreti della nobildonna e appassioneranno Josephine nella ricerca storica di questa misteriosa figura femminile.
Le giornate di Josephine s’intrecciano con le esperienze amorose di Madame B. fino ad un epilogo mozzafiato che oltre a rivelare la storia segreta di Madame B, scoprirà una verità che Josephine aveva intuito.
Sarò senza dubbio suggestionata dalla lettura del diario, non stento ad ammetterlo, eppure… c’è qualcosa di più. […] È come se non riuscissi a mettere a fuoco l’arredo con lo sguardo distaccato e imparziale della professionista. Ho l’impressione che quei mobili sia già stati al mio cospetto.”
Le vicende delle due donne s’intrecciano con lo stesso stile di scrittura, anche se perfettamente ambientate ciascuna nella propria epoca. S’intuisce che il libro è scritto da un’unica persona ma con capacità notevoli di adattarsi all’una o all’altra epoca.
Un romanzo che si legge con una sensazione di grande allegria e la scrittura disinvolta ne fa un testo diverso e originale.


Autore: Emanuela Esposito Amato
Titolo: Il diario segreto di Madame B.
Editore: Alcheringa Edizioni
Pubblicato:  Settembre 2018
Pagine: 325
Prezzo: € 13,50

Tre graziose storie su un animale che non fa troppo paura se lo si conosce con un po’ d’ironia.

Le crocodile qui avait peur de l’eau
Mamie Poule racconta ai suoi pulcini, per farli addormentare, la storia del coccodrillo che ha talmente paura dell’acqua che al solo pensiero gli scappano tante puzzette. I suoi amici lo aiuteranno a tirare fuori il coraggio e ad affrontare l’acqua. Hervé  Le Goff ha scritto questa piccola divertente storia francese, di cui non esiste edizione italiana.


Mangerei volentieri un bambino
Nella sua famiglia di coccodrilli Achille mangia solo banane. Una mattina si sveglia con “voglia di bambino” e si mette alla ricerca per mangiarne uno. Sylviane Donnio lo accompagnerà in questa avventura che finirà in modo inaspettato.

Cornelio
Leo Lionni disegna questo intraprendente coccodrillo fuori dai canoni. Sta in equilibrio sulla testa e si appende ai rami come le scimmie. La sua famiglia non sembra interessata a queste novità, ma di nascosto elabora le nuove esperienze di Cornelio.


© Tutti i diritti riservati - Copyright 2019
Blog Ufficiale di Loredana Simonetti
Non costituisce un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 2001
Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 2001.
L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali collegamenti, posti all’interno del Blog e forniti come semplice servizio a coloro che visitano il Blog stesso.
Lo stesso dicasi per i siti che eventualmente forniscono dei link alle risorse qui contenute


Powered by 

Search